ViTeLLo ToNNaTo

Il vitello tonnato o vitel tonnè è una ricetta tipica del Piemonte, un antipasto o secondo piatto da servire quando si vuole fare bella figura e da poter preparare in anticipo! Quello che rende speciale questa ricetta è la tenerezza della carne e il gusto particolare della salsa che insieme hanno un sapore esplosivo!

vitello tonnato dolcestefania

Per la carne:

  • 700 g di girello o magatello di vitello
  • 1 l di acqua
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • sale q.b
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 1 tazzina di vino bianco

Per la salsa:

  • 150 g di tonno sott’olio sgocciolato
  • 3 uova sode
  • 25 g di capperi sciacquati
  • 4 filetti d’acciuga sott’olio
  • 130 g di brodo vegetale di cottura
  • Verdure cotte insieme alla carne

Lavare, mondare e tagliare a pezzetti sedano, carota e cipolla. Metterli in una casseruola con l’olio evo e lasciare soffriggere per qualche minuto. Disporvi la carne e farla sigillare da tutti i lati rigirandola spesso. Sfumare col vino bianco e lasciare evaporare. A questo punto aggiungere l’acqua tiepida, salare e lasciare cuocere per circa un’ora. Rimuovere la carne dalla casseruola e lasciarla raffreddare. Lasciare raffreddare anche il fondo di cottura della carne. A questo punto preparare la salsa. Mettere nel boccale di un mixer il tonno, le uova sode,i capperi, le acciughe, le verdure rimaste nel fondo di cottura della carne e i 130 g di brodo di cottura della carne. Tritare il tutto fino ad ottenere una cremina omogenea. Tagliare la carne a fette sottili e disporla su un piatto da portata. Coprire in modo uniforme con la salsa, decorare a piacere con i capperi e mettere a riposare in frigorifero fino al momento di servire.

CaVoLiNi Di BRuXeLLeS e WuRSTeL

Questo piatto è davvero molto sfizioso e molto veloce da preprare. Si può servire secondo me sia come contorno che come secondo ed è davvero gustosissimo.

cavolini di bruxelles e wurstel dolcestefania

  • 500 g di cavolini di bruxelles
  • 8 wurstel piccoli
  • 1 cipolla bianca
  • 50 ml di olio evo
  • sale q.b
  • 1 cucchiaio di aceto bianco

Pulire i cavolini di bruxelles  dalle foglie esterne, lavarli e tagliarli a metĂ . Pulire la cipolla, lavarla e tagliarla a fette sottili. Rosolarla in una padella con l’olio evo e il cucchiaio di aceto. Quando sarĂ  imbiondita, versarvi i cavolini  e un bicchiere d’acqua. Cuocere a fuoco medio-basso per circa 20 minuti. A questo punto aggiungervi i wurstel tagliati a pezzi e continuare la cottura per altri 5 minuti o comunque finchè i cavolini saranno morbidi. Se necessario aggiungere un altro poco di acqua.

aRRoSTo Di MaiaLe CoN Le CaSTaGNe

L’arrosto di maiale con le castagne è un piatto che sa d’autunno, di caldo, di famiglia riunita ed è perfetto infatti da servire la domenica quando a tavola si riuniscono amici e parenti. La carne tenera e saporita si sposa benissimo con il sapore e la dolcezza delle castagne. 

arrosto con le castagne dolcestefania

  • 800 g di Lonza di maiale
  • 3 rametti di rosmarino
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 foglie di alloro
  • 2 bicchieri di brodo vegetale
  • pepe nero q.b.
  • 1 bicchierino di vino bianco
  • 150 g di castagne essiccate
  • sale q.b
  • olio evo q.b

Mettere le castagne secche in ammollo in acqua fredda per una notte. Cuocerle a fuoco lento fino a che saranno morbide e l’acqua di cottura sarĂ  diventata piĂš densa. Avvolgere la lonza con lo spago da cucina. Scottarla da tutti i lati in una padella antiaderente ben calda. A questo punto trasferirla in una casseruola con del’olio evo, il sale, il pepe nero, l’aglio, l’alloro, il rosmarino e un bicchiere di brodo. Infornare in forno preriscaldato a 190 gradi per circa 1 ora aggiungendo lentamente e regolarmente il bicchiere di brodo rimasto. A questo punto aggiungere le castagne insieme a qualche mestolo della loro acqua di cottura e continuare a cuocerlo finchè si creerĂ  un bel fondo di cottura denso ma non troppo. Togliere lo spago da cucina dall’arrosto, tagliarlo a fette e servire ben caldo.

CaRPaCCio Di PoLPo

Il carpaccio di polpo ĂŠ una preparazione molto raffinata da servire come antipasto o secondo. La preparazione è un pò elaborata ma non difficilissima. Io da quando l’ho provato lo rifaccio tradizionalmente ogni anno alla cena della vigilia di Natale o per qualche occasione importante.

carpaccio-di-polpo-dolcestefania

  • 1 polpo da 2 kg
  • 5 grani di pepe nero
  • sale
  • 1 tazza di vino bianco
  • 1/2 bicchiere di olio evo
  • il succo di 1 limone
  • prezzemolo
  • 3 foglie di alloro

Prendete il polpo e con un coltello affilato fare un’incisione lungo la sacca e asportare gli occhi e il rostro e svuotare anche l’interno della sacca. Lavare per bene il polpo per eliminare ogni residuo di terra. Riempire di acqua per ž una pentola capiente, aggiungere le foglie di alloro,  i grani di pepe e il sale. Portare ad ebollizione il tutto, poi calare ed estrarre per 4-5 volte le punte dei tentacoli del polpo nel liquido bollente, in modo che si arriccino. Immergere quindi completamente il polpo nel liquido bollente e lasciarlo cuocere per circa 2 ore. Il polpo dovrĂ  risultare cotto ma ancora sodo, quindi verificarne la cottura affondando una forchetta nelle carni. Quando il polpo sarĂ  cotto, estrarlo dal liquido di cottura, scolarlo, tagliarlo in 4-5 pezzi. Preparare poi la bottiglia di plastica con la quale dare forma cilindrica alle carni del polpo: tagliare la sommitĂ  e inserire all’interno il polpo in modo armonioso, poichĂŠ una volta pressati formeranno un disegno sulla fetta. Quindi bucherellare il fondo con una forbice appuntita (operazione che servirĂ  per fare fuoriuscire il liquido in eccesso mentre si presserĂ  il polpo) e introdurlo nella bottiglia poggiata sopra ad un piatto. Aiutandosi con un pestello o un batticarne di dimensioni leggermente piĂš piccole di quella della bottiglia di plastica, pressare le carni del polpo spingendole verso il basso. Dai buchi presenti sul fondo della bottiglia, fuoriuscirĂ  parecchio liquido di cottura. Con le forbici tagliare le estremitĂ  della bottiglia per formare delle linguette e richiuderle su se stesse verso il centro della bottiglia. Avvolgere la bottiglia con il polpo con carta pellicola ben stretta e porci un altro peso sopra. CosĂŹ pressato, porre il polpo nella parte piĂš fredda del frigorifero per almeno 24 ore, dopodichĂŠ, al momento di servirlo, tagliare la bottiglia di plastica, estrarre il polpo in un unico blocco cilindrico ed affettarlo finemente con un coltello o, meglio ancora, con una affettatrice. Quindi preparare la citronette che servirĂ  per insaporire il polpo, emulsionando succo di limone e olio evo.  Disporre le fette di polpo su di un piatto da portata, cospargerle con del prezzemolo tritato e condire con la citronette.

GaMBeRoNi iN PaDeLLa

Questa è una ricetta della mia mamma.. A casa mia i gamberoni si mangiano sempre e solo cosÏ, e in particolar modo alla cena della vigilia di Natale. Vi assicuro che sono spettacolari!

gamberoni-dolcestefania

  • 2 kg di gamberoni L2
  • olio evo
  • sale
  • 1 peperone verde
  • 1 tazzina di vino bianco
  • pepe nero
  • prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio

Lavare i gamberoni e togliere i filamenti. Disporli in una larga padella con olio evo, sale, pepe nero, uno spicchio d’aglio, il peperone verde tagliato in 4 pezzi e il prezzemolo. Iniziare a cuocerli a fiamma moderata e sfumare col vino bianco. Lasciare evaporare e coprire con il coperchio. Lasciare cuocere e girarli di tanto in tanto. Lasciarli cuocere fino a che si saranno ben dorati esternamente e il lliquido sarĂ  evaporato. Servire ben caldi.

FiLeTTo Di MaiaLe aL FoRNo CoN FuNGHi

Questo è un secondo piatto che nella preparazione richiede un bel pò di tempo.. Però vi assicuro che una volta pronto delizierĂ  l’olfatto e il palato!! 😉

filetto di maiale ai funghi dolcestefania

  • 2 kg di filetto di maiale
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 2 spicchi d’aglio
  • ½ bicchiere di acqua
  • 4 foglie d’alloro
  • Sale
  • Pepe nero
  • Rosmarino
  • 500 g di funghi misti (porcini e ovuli)
  • prezzemolo q.b
  • olio evo q.b

Scaldare un ampia griglia sul fuoco e appena sarĂ  ben calda adagiarvi il pezzo di carne intero. Rigirarlo da tutti i lati per far sigillare bene i pori della carne e lasciarlo sulla griglia per circa 10 minuti. A questo punto mettere il pezzo di carne in una teglia da forno dai bordi alti. Salare, pepare, aggiungere abbondante rosmarino ben lavato, lo spicchio d’aglio e il vino bianco e mettere in forno caldo a 250 gradi per i primi 30 minuti. A questo punto, versare l’acqua, e abbassare la temperatura a 200 gradi. Dopo circa 1 ora togliere lo spicchio d’aglio. Lasciare cuocere il pezzo di carne per circa 2 ore in forno, rigirandolo spesso e punzecchiandolo con i rebbi di un forchettone per far cuocere uniformemente la carne. La carne risulterĂ  cotta quando punzecchiandola, non uscirĂ  piĂš del sangue e il forchettone si infilerĂ  senza alcuna difficoltĂ  perchĂŠ la carne sarĂ  ormai tenerissima. Nel frattempo pulire i funghi, e metterli in padella con dell’olio evo, 1 spicchio d’aglio, sale e pepe. coprire col coperchio e lasciare cuocere per circa 15 minuti, saltellandoli spesso per farli cuocere uniformemente. Tagliare la carne a fette di circa 1/2 cm e adagiarla su un piatto da portata. versarvi sopra i funghi cotti, il prezzemolo tritato al coltello e il fondo di cottura della carne tenuto da parte.

CoTeCHiNo iN ReTe

Vi propongo un’idea diversa dal classico cotechino e lenticchie… Io lo avvolgo con spinaci e una rete di pasta sfoglia! È molto gustoso… Si può servire come antipasto o come secondo…. In ogni caso il cotechino al cenone di capodanno non può certo mancare!!

CoTeCHiNo iN ReTe capodanno dolcestefaniaCoTeCHiNo iN ReTe dolcestefania

  • 1 disco di pasta sfoglia
  • 1 cotechino sottovuoto (500g)
  • 400 g di spinaci
  • Sale q.b

Lessare gli spinaci in acqua bollente salata. Scolarli e lasciarli raffreddare. Nel frattempo immergere il cotechino sigillato, in acqua bollente salata e farlo cuocere per 20 minuti. Tagliare la busta con le forbici da un angolino e far scolare il liquido in eccesso. Poi togliere il cotechino dalla busta e poggiarlo su un piatto. Lasciarlo intiepidire e togliere la cotenna che lo avvolge. Strizzare per bene gli spinaci e srotolare la pasta sfoglia sulla sua stessa carta forno. Con l’apposito attrezzo per losanghe tagliare la pasta sfoglia e allargarla con le mani per ottenere l’effetto rete. Disporre il cotechino al centro della sfoglia e disporre gli spinaci sulcotechino, pressandoli per farli aderire. Avvolgere con la rete di pasta sfoglia, sigillare le due estremitĂ  e infornare sulla stessa carta forno, a 200 gradi per circa 25 minuti, in forno preriscaldato. Togliere dal forno e adagiare il cotechino in rete su un piatto da portata. Servire a fette.

CoSTiNe Di MaiaLe al FoRNo

Un secondo piatto davvero eccezionale secondo me.. Quando si tratta di carne cucinata al forno bisogna armarsi di pazienza perchè i tempi di cottura sono molto lunghi… Però poi vedendo il risultato ne vale la pena!! 😀

costine di maiale al forno dolcestefania

  • 2,5 kg di costine di maiale con pancetta
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 1 spicchio d’aglio
  • ½ bicchiere di acqua
  • 4 foglie d’alloro
  • Sale
  • Pepe nero
  • Rosmarino

Scaldare un ampia griglia sul fuoco e appena sarà ben calda adagiarvi il pezzo di carne intero. Rigirarlo da tutti i lati per far sigillare bene i pori della carne e lasciarlo sulla griglia per circa 10 minuti. A questo punto mettere il pezzo di carne in una teglia da forno dai bordi alti. Salare, pepare, aggiungere abbondante rosmarino ben lavato, lo spicchio d’aglio e il vino bianco e mettere in forno caldo a 250 gradi per i primi 30 minuti. A questo punto, versare l’acqua, e abbassare la temperatura a 200 gradi. Dopo circa 1 ora togliere lo spicchio d’aglio. Lasciare cuocere il pezzo di carne per circa 2 ore in forno, rigirandolo spesso e punzecchiandolo con i rebbi di un forchettone per far cuocere uniformemente la carne. La carne risulterà cotta quando sul fondo della tortiera ci sarà tutto il grasso liquefatto della carne e quando punzecchiandola, non uscirà più del sangue e il forchettone si infilerà senza alcuna difficoltà perché la carne sarà ormai tenerissima.

CiaMBeLLa GaTeau Di PaTaTe e FuNGHi PiNaRoLi

Il Pinarolo, è un fungo edule appartenente alla famiglia delle Suillaceae. Ha la carne Tenera, bianco-giallastra, immutabile al taglio; odore lievemente fenolico e sapore gradevole, dolciastro. In Questo caso ho cercato di abbinarli alle patate e creare un secondo piatto sfizioso e non troppo calorico!

ciambella di patate e funghi Pinaroli dolcestefania

  • 1 kg di patate
  • 300 g di provola
  • 500 g di funghi Pinaroli
  • 30 g di burro
  • 4 cucchiai di grana grattugiato
  • Olio evo
  • 1 spicchio d’aglio
  • Pepe nero
  • Pangrattato q.b

Pulire i funghi Pinaroli dai residui di terra e spellare i cappelli. Pulirli per bene e sbollentarli in acqua bollente salata per circa 6 minuti. Versarli  in uno scolapasta e lasciarli scolare fino a che perderanno tutta la loro acqua. A questo punto tagliarli a fette e metterli in padella con un filo di olio evo, 1 spicchio d’aglio, del sale e del pepe nero. Coprire col coperchio e lasciare cuocere per circa 10 minuti mescolando ogni tanto. Spegnere il fuoco e aggiungere il prezzemolo tritato al coltello. Lasciarli intiepidire. Nel frattempo sbucciare le patate e cuocerle a vapore oppure bollirle con tutta la buccia. Schiacciarle ancora calde nello schiacciapatate, salarle e mettere il burro a pezzettini e mescolare il tutto per farlo sciogliere e amalgamarlo alle patate. Lasciare intiepidire le patate e aggiungere il grana grattugiato e mescolare ancora. Imburrare e cospargere di pangrattato uno stampo a ciambella. Stendere metà del composto sul fondo della tortiera e intorno all’anello e versarvi i funghi trifolati e la provola tagliata a cubetti. Coprire con il restante composto di patate e livellare il tutto con l’aiuto di un cucchiaio. Infornare la ciambella a 200 gradi per circa 30 minuti, in forno preriscaldato. Toglierla dal forno e lasciarla leggermente intiepidire. Capovolgere su un piatto da portata e servire.

Ciambella di patate ai funghi Pinaroli . dolcestefania

PaRMiGiaNa Di PaTaTe CoN PoRCiNi e BeSCiaMeLLa

Con la mia amica Angela abbiamo preparato una parmigiana di patate con porcini e besciamella… Tre ingredienti questi… che messi insieme fanno sempre un gran successo a tavola!!

patate con porcini e besciamella dolcestefania

  • 1 kg di patate
  • 500 g di besciamella
  • Funghi porcini q.b
  • sale q.b
  • olio evo q.b
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 1 spicchio d’aglio
  • Pepe nero q.b

Sbucciare le patate, lavarle e tagliarle a fette non molto spesse. Sbollentarle in acqua bollente salata per circa 8 minuti. Scolarle e lasciarle intiepidire. Nel frattempo pulire i funghi porcini freschi, tagliarli a fette spesse e metterli in una padella con dell’olio evo, lo spicchio d’aglio, il pepe nero e il sale. Farli rosolare per qualche minuto e aggiungervi una tazzina di acqua. Farli cuocere per altri 10 minuti circa col coperchio mescolando ogni tanto, poi spegnere il fuoco e togliere l’aglio. Mettere sul fondo di una teglia qualche cucchiaio di besciamella e un primo strato di patate. Coprire con altra besciamella, metĂ  del parmigiano grattugiato e metĂ  dei funghi porcini cucinati. Coprire con le rimanenti patate, spalmarvi l’altra parte di besciamella, cospargere con il restante parmigiano grattugiato e completare con gli altri funghi porcini. Infornare a 220 gradi per circa 20 minuti.

FiLeTTo Di MaiaLe aLLa VeCCHia RoMaGNa

Questa è una ricetta un pò rivisitata, a modo mio, del classico filetto al pepe verde… L’ho preparata con la mia dolce metĂ  per una nostra cenetta! ❤filetto alla vecchia romagna dolcestefania

  • 4 fette di filetto di maiale ( circa 150-200 g ciascuna)
  • 1 grossa noce di burro
  • 2 cucchiai di pepe verde in salamoia
  • 150 ml di panna da cucina
  • 1 bicchierino di brandy
  • 2 cucchiai di senape

Legare ciascuna fetta di filetto con lo spago e stringere bene. Sciogliere la noce di burro in una padella e nel frattempo pestare 2 cucchiai di pepe verde con uno batticarne. Farlo aderire alla carne pressando bene da entrambi i lati e mettere i filetti nella padella col burro. Coprire col coperchio e lasciare cuocere per circa 10 minuti girando i filetti ogni tanto e punzecchiandoli con la forchetta per farli cuocere bene. Quando saranno cotti scolarli e metterli in caldo ed eliminare lo spago. Nella stessa padella dove sarĂ  rimasto il fondo di cottura della carne sfumare col brandy, lasciarlo evaporare e aggiungere la senape. Cuocere a fuoco lento per qualche minuto e aggiungere la panna. A questo punto aggiungere i filetti che erano stati messi in caldo e mantecarli con il condimento per un paio di minuti. Spegnere il fuoco e servire i filetti ben caldi altrimenti la panna tenderĂ  ad asciugarsi.

SPiRaLi Di SaLSiCCia LuGaNeGa e PaTaTiNe FRiTTe

Ogni tanto….. Esageriamooooooo!!! 😉spirali di salsiccia luganega e patatine fritte dolcestefania

  • 550 g di salsiccia luganega
  • 600 g di patate
  • Sale
  • 400 ml di olio di semi di girasole

 

Per preparare le spirali di luganega innanzitutto iniziare a riscaldare una piastra (che dovrà essere molto calda).Prendere la salsiccia, partendo da una estremità e arrotolarla su se stessa ed infilzarla con uno stecchino (da spiedino). Adagiarle sulla piastra ben calda e cuocerle, girandole di tanto in tanto, per circa 15 minuti. Nel frattempo sbucciare, lavare e tagliare le patate a spicchi e friggerle in olio ben caldo. Scolarle su carta assorbente e salarle subito. Accompagnare quindi le spirali di luganega con le patate fritte.

 

SePPie iN uMiDo CoN PiSeLLi

seppie in umido con piselli dolcestefania

  • 1kg di seppioline
  • 500 g di piselli
  • Olio evo q.b.
  • 1 pizzico di pepe nero
  • Rosmarino q.b.
  • 200 g di pomodori pelati
  • Mezza cipolla
  • Sale q.b.
  • 1 bicchierino di vino bianco

Pulire le seppioline, lavarle e metterle a scolare in uno scolapasta. Tagliare la cipolla molto finemente e metterla in un tegame con dell’olio evo. Lasciare soffriggere per un minuto e aggiungere le seppioline. Chiudere col coperchio e lasciare cuocere per 5 minuti. Sfumare col vino bianco, lasciarlo evaporare e poi aggiungere i pomodori pelati e aghi di rosmarino. Continuare la cottura per altri 15 minuti. Nel frattempo mettere i piselli in una padella con un bicchierino d’acqua e un filo di olio evo. Lasciarli cuocere per 10 minuti e poi unirli alle seppie. Proseguire la cottura per altri 10 minuti o comunque fino a che il sugo si sarĂ  ristretto e aggiustare di sale e di pepe. Servire ben caldo.

aLiCi aLLa PiZZaioLa

alici alla pizzaiola dolcestefania

  • 500 g di alici fresche
  • 350 g di pomodori pelati
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio evo
  • Origano q.b.
  • Prezzemolo
  • Sale

Per prima cosa pulire le alici fresche e aprirle a libro, staccando la testa, eliminando le interiora e la lisca centrale. Lavarle e metterle a scolare in uno scolapasta. Nel frattempo mettere dell’ olio evo in una padella insieme allo spicchio d’aglio schiacciato, alll’origano e ai pomodori pelati. Coprire col coperchio e lasciare cuocere per 10 minuti a fuoco dolce mescolando ogni tanto. Aggiungere le alici pulite e aggiustare di sale. Coprire di nuovo col coperchio e lasciare cuocere per altri 10 minuti. Non mescolare con cucchiai o forchette ma roteare leggermente la padella per far insaporire bene. Infine aggiungere il prezzemolo tritato al coltello e servire le alici ben calde.

SCaLoPPiNe aGLi aSPaRaGi

scaloppine agli asparagi dolcestefania

  • 400 g di fettine di maiale o vitello
  • 1 mazzo di asparagi
  • 40 g di farina
  • 50 g di burro
  • 100 ml di vino bianco
  • Sale
  • Pepe nero

Privare gli asparagi della parte bianca e filamentosa, lavarli e pareggiare i gambi. Metterli in una pentola alta e stretta piena di acqua bollente, in verticale, con le punte fuori dall’acqua e farli cuocere per 15 minuti. Scolarli e tenere da parte qualche cucchiaio di acqua di cottura e tagliarli a pezzetti. Infarinare le fettine di maiale o di vitello. Lasciare sciogliere il burro in una padella e adagiare la carne. Farla scottare da entrambi i lati, bagnare col vino e lasciarlo evaporare. Insaporire con un pizzico di sale e di pepe. Aggiungere alla carne gli asparagi e il liquido di cottura tenuto da parte, cuocere ancora per 2 minuti, poi togliere dal fuoco e servire.

CuoRi Di CaRCioFo iMPaNaTi

cuori di carciofo impanati dolcestefania

  • 2 uova
  • 7 carciofi
  • 4 cucchiai di grana grattugiato
  • 200 g di pangrattato
  • Sale
  • 400 ml di olio di semi di mais

Pulire i carciofi, eliminando le foglie esterne, metterli a bagno in una ciotola con acqua e spicchi di limone. Tagliare ciascun carciofo a metà o in 3 spicchi. Cuocerli in acqua bollente salata per 15 minuti. Scolarli e lasciarli raffreddare. Sbattere 2 uova con un pizzico di sale, in una terrina. In un’altra terrina mescolare il pangrattato e il grana grattugiato. Passare i cuori di carciofo prima nell’uovo e poi nella panatura, pressando con le mani per farla aderire. Friggerli in olio caldo fino a completa doratura. Per una cottura più leggera cuocerli in forno.

SaRDe iMBoTTiTe

sarde imbottite dolcestefania

  • 500 g di sarde fresche diliscate
  • 5 cucchiai di pangrattato
  • 3 cucchiai di grana grattugiato
  • ½ spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • Olio evo
  • 1 pizzico di pepe nero
  • Sale

Lavare le sarde diliscate e private della testa e lasciarle scolare in uno scolapasta. Nel frattempo mescolare il pangrattato con l’aglio e il prezzemolo tritati al coltello, il sale, il formaggio, il pepe nero e 3 cucchiai di olio evo. Aprire le sarde a libro, farcirle di questo composto richiuderle. Sistemarle su una pirofila irrorata di olio evo e infornare a 200 gradi per 15 minuti.

CoToLeTTe Di MeLaNZaNe

cotolette di melanzane

  • 1 grossa melanzana viola
  • 3 uova
  • 250 g di pane grattugiato
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • Sale
  • Olio di semi di mais

Lavare la melanzana, sbucciarla, tagliarla a fette grossolane e salarla. Sbattere le uova in una terrina e mescolare in un’altra terrina il parmigiano grattugiato con il pangrattato. Passare le fette di melanzana nell’ uovo e nel pangrattato. Disporle in una teglia. Irrorarle con un filo d’olio di semi e infornarle a 200 gradi per 20 minuti. In alternativa, friggerle.

BoCCoNCiNi Di PoLLo CoN RuCoLa, GRaNa e GLaSSa Di aCeTo BaLSaMiCo

  • 4 fette di petto di pollo tagliate spesse
  • 50 g di burro
  • 4 cucchiai d’olio
  • Sale
  • Pepe nero
  • Rucola q.b.
  • Scaglie di grana q.b.

Tagliare il petto di pollo a pezzi. Lavarlo e lasciarlo scolare. Nel frattempo far sciogliere olio e burro in una pentola. Aggiungere i pezzi di petto di pollo. Salare, pepare e chiudere col coperchio. Lasciare cuocere per almeno 10 minuti mescolando ogni tanto. Versare i petti di pollo cotti in una pirofila e aggiungere rucola e scaglie di grana. Mescolare per bene e se occorre aggiungere altro olio. Completare con la glassa di aceto balsamico.

PoLPeTToNe

polpettone-dolcestefania

  • 1 kg e 200 g di carne trita di vitello
  • 200 g di pane raffermo ammollato e strizzato
  • 4 cucchiai di grana grattugiato
  • 1 uovo
  • 1 albume
  • Sale
  • Pepe nero
  • Noce moscata
  • Prezzemolo
  • 2 cucchiai di farina
  • Olio evo
  • Rosmarino
  • 4 cucchiai di vino bianco

Per il ripieno:

  • 3 uova sode
  • 10 fettine di provola affumicata

Mescolare la carne trita con il pane raffermo ammollato e strizzato, l’uovo e l’albume, il grana grattugiato, il sale, il pepe nero, la noce moscata, e il prezzemolo tritato. Impastare per bene e livellare il tutto su un foglio di carta forno. Creare un rettangolo e mettere al centro le fettine di provola e le uova sode tagliate a metà. Arrotolare il tutto aiutandosi con la carta forno. Pressare per bene il polpettone e infarinarlo. Disporlo in una pirofila con l’attaccatura verso il basso, irrorare con olio di oliva (circa 10 cucchiai) e qualche rametto di rosmarino e metterlo a cuocere a fuoco basso. Dopo circa 10 minuti capovolgerlo con molta cura per evitare di romperlo e sfumare col vino bianco. Lasciare rosolare per altri 10 minuti e poi metterlo in forno a 180 gradi per 1 ora e un quarto rigirandolo di tanto in tanto. Lasciare intiepidire e servire a fette con un po’ del suo fondo di cottura.

ToRTieRa Di MeRLuZZo e PaTaTe

  • 6 filetti di merluzzo surgelati
  • 4 patate medie
  • 5 cucchiai di farina
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 60 g di pane raffermo
  • 2 cucchiai di grana grattugiato
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 pomodorini ciliegia
  • ½ spicchio d’aglio
  • Olio evo
  • Sale
  • Prezzemolo
  • Pepe nero

Sbucciare le patate, lavarle e tagliarle a rondelle sottili. Versarle in una pentola con acqua bollente salata e farle cuocere per 10 minuti. Scolarle e farle raffreddare. Ungere una pirofila con 2 cucchiai di olio evo e sistemarvi le patate una accanto all’altra. Condire con 1 cucchiaio d’olio e una macinata di pepe. Mettere il pane raffermo a mollo, poi strizzarlo e frullarlo in un robot, con il prezzemolo, l’aglio, i pinoli e il grana grattugiato. Unirvi poi 3 cucchiai d’olio evo e mescolare con una forchetta. Lavare i filetti di merluzzo, scolarli e asciugarli con carta assorbente. Salarli, peparli e infarinarli e disporli sul letto di patate. Distribuire il composto precedentemente preparato sui filetti infarinati, pressando bene per compattarlo. Lavare i pomodorini e tagliarli a metà, poi disporli su ogni filetto con la parte tagliata verso l’alto. Irrorare con un filo d’olio e infornare a 200 gradi per 25 minuti.

iNSaLaTa Di PoLPo e PaTaTe

  • 2 kg di polpo
  • 3 patate medie
  • Origano secco
  • Sale
  • Prezzemolo
  • Olio evo
  • Il succo di 1 limone
  • 1 cucchiaio d’aceto
  • 1 tazzina di vino bianco

Lavare i polpi, pulirli e metterli in una pentola ricoprendoli d’acqua. Aggiungere il vino bianco e mettere sul fuoco. (Per accorciare il tempo di cottura e rendere il polpo tenerissimo, il mio segreto è di aggiungere 1 tappo di sughero nella pentola). Lasciare cuocere per almeno 40 minuti e comunque infilzarlo con una forchetta per regolarsi sulla cottura. Ovviamente i tempi possono variare secondo la grandezza dei polpi. Lasciarli raffreddare nella stessa acqua di cottura. Nel frattempo bollire le patate con la buccia, sbucciarle, lasciarle raffreddare e tagliarle a cubetti. Scolare i polpi e tagliarli a pezzetti. Riunire in una ciotola insieme ai cubetti di patate e condire con olio evo, succo di limone, aceto, sale, pepe nero, prezzemolo e origano.

BaCCaLĂ  FRiTTo CoN oLiVe NeRe e FRiGGiTeLLi

Uno dei miei tanti piatti preferiti…. Tipico del Sud! 😛 baccalĂ -fritto-con olive nere e friggitelli dolocestefania

  • 700 g di baccalĂ  giĂ  spugnato
  • 150 g di olive nere
  • 8-10 peperoni friggitelli
  • Farina q.b.
  • 1 l di olio di semi di girasole

Lavare i peperoni, asciugarli e friggerli interi in olio bollente. Scolarli dall’olio in eccesso. Asciugare il baccalà con carta assorbente, infarinarlo e friggerlo nello stesso olio. Alla fine friggere per 2 minuti le olive nere. Disporre il tutto su un piatto da portata e servire ben caldo.

iNSaLaTa Di PoLLo iN CeSTiNi CRoCCaNTi

Per i cestini:

  • Parmigiano o grana grattugiati q.b.
  • 1 noce di burro

Per l’insalata:

  • 5 fette di petto di pollo
  • ½  lattuga iceberg
  • 2 carote
  • Olio evo
  • Aceto
  • Sale
  • Glassa di aceto balsamico oppure mayonnaise

Far scaldare una padella piccola e fonderci una noce di burro. Versarvi qualche cucchiaiata di formaggio grattugiato in modo da disegnare il fondo della padella. Lasciare cuocere per circa un minuto, finchè il formaggio sarà sciolto. Estrarre molto delicatamente con una spatola e rovesciare sul fondo di un bicchiere. Modellare un po’ con le mani per creare un cestino. Lasciare raffreddare e capovolgere. (io ne ho fatte 8 per distribuirci interamente il ripieno d’insalata). Far scaldare la bistecchiera e arrostirvi il petto di pollo. Salarlo solo alla fine perché la carne dovrà rimanere morbida. Tagliarlo a striscioline o filettarlo con le mani. Tagliare l’iceberg a julienne e le carote a pezzetti. Riunirli in una ciotola e condirli con olio, sale e aceto. Distribuire l’insalata di pollo nei cestini e a piacere aggiungervi glassa di aceto balsamico o mayonnaise.

PoLPeTTe aL SuGo

Per le polpette:

  • 600 g di carne macinata
  • 300 g di pane raffermo
  • 3 uova
  • 5 cucchiai di grana grattugiato
  • 2 cucchiai di pecorino romano grattugiato
  • Sale
  • Pepe nero
  • ½ spicchio d’aglio
  • Prezzemolo

Per il sugo:

  • 1 l di salsa di pomodoro
  • ½ cipolla rossa
  • Olio evo
  • Sale
  • 5 foglie di basilico

Mettere a mollo nell’acqua il pane raffermo. Affettare la cipolla finemente e farla rosolare in una pentola con un po’ di olio evo. Aggiungere la salsa di pomodoro, il sale e il basilico e lasciare cuocere per 20 minuti. Dovrà rimanere leggermente acquoso. Strizzare il pane ammollato e metterlo in una ciotola. Unirvi il resto degli ingredienti: la carne macinata, i formaggi, le uova, sale, un pizzico di pepe nero e l’aglio e il prezzemolo tritati al coltello. Impastare e creare tante polpette della dimensione desiderata. Metterle in una padella, versarvi il sugo precedentemente preparato, e cuocerle a fiamma bassa per 20 minuti. Il sugo dovrà restringersi. Servire cosparse con i 2 cucchiai di formaggio grattugiato.

iNVoLTiNi aRoMaTiCi Di PoLLo CoN PaNCeTTa

  • 6 cosce di pollo disossate e spellate
  • 6 fette di pancetta fresca
  • Rosmarino
  • 3 foglie di Salvia
  • Pepe nero
  • Sale
  • Olio evo
  • 4 foglie di alloro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • ½ tazzina di vino bianco

Lavare il rosmarino e la salvia, tritarli al coltello e unirvi il pepe nero. Stendere ogni fetta di pancetta su un tagliere e mettervi sopra la coscia di pollo disossata e aperta. Aromatizzarla con un po’del trito aromatico e arrotolarla su se stessa, sigillandola con la pancetta. Mettere un po’ di trito aromatico anche all’esterno. Distribuire i sei involtini in una padella. Aggiungerci l’olio evo, il sale, l’aglio e l’alloro. Far soffriggere per 2 minuti sul fuoco, sfumare col vino e aggiungere una tazzina d’acqua. Far cuocere a fuoco medio per circa un quarto d’ora. Far rosolare per bene e ultimare col prezzemolo tritato.

TaSCHe Di TaCCHiNo RiPieNe

Invece di mangiare  la solita fettina arrostita ho provato questa variante.. sempre arrostita però piÚ appetitosa!!!

  • 4 fette di petto di tacchino
  • 2 zucchine
  • 1 spicchio d’aglio
  • 100 g di provola affumicata
  • Sale
  • Olio evo
  • 1 pizzico di pepe nero
  • 1 ciuffo di prezzemolo

Lavare le zucchine, eliminare le due estremità e tagliarle a pezzetti. Metterle in una padella con l’aglio, un filo di olio evo, mezza tazzina d’acqua e il sale. Coprire con il coperchio e lasciare cuocere per 10 minuti. Lasciarle raffreddare. Disporre al centro del petto di tacchino una cucchiaiata di zucchine e una fettina di provola. Chiudere come una tasca e fissare i bordi con gli stuzzicadenti. Disporre le tasche su una piastra ben calda, salare e pepare e farle cuocere per 10 minuti circa. Cospargere con il prezzemolo tritato.

FiLeTTi Di SoGLioLa iN CRoSTa Di PaTaTe

  • 4 filetti di sogliola surgelati
  • 1 patata
  • 2 cucchiai di farina
  • Olio evo
  • Sale
  • Pepe nero
  • Prezzemolo

Sbucciare la patata e tagliarla a fette sottili. Metterle in una teglia con un pizzico di sale e un filo d’olio. Infornarle a 200 gradi per 15 minuti. Lasciare scongelare i filetti di sogliola. Asciugarli con carta assorbente. Infarinarli e adagiarli su una teglia rivestita con carta forno. Tritare il prezzemolo al coltello e mescolarlo con sale e pepe nero. Distribuire il tutto su ciascun filetto. Completare con le fettine di patata da adagiare molto vicine le une alle altre. Pressare bene con le mani per far aderire il tutto. Irrorare con un filo d’olio evo e infornare a 220 gradi per 18 minuti.

MeLaNZaNe aLLa PaRMiGiaNa

  • 2 grosse melanzane viola
  • 100 g di farina
  • 150 g di prosciutto cotto a fette
  • 200 g di scamorza
  • 7 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 l di salsa di pomodoro
  • ½ cipolla rossa
  • 4 foglie di basilico
  • Sale
  • Olio evo

Preparare il sugo facendo soffriggere per 2 minuti la cipolla tritata con dell’olio evo. Versarvi la salsa di pomodoro, aggiungere il sale e il basilico. Lasciare cuocere per 20 minuti circa. Lavare le melanzane, eliminare le 2 estremità e tagliarle a fette spesse di almeno 2 cm. Infarinarle e adagiarle su una teglia rivestita con carta forno con un filo d’olio (Per un gusto ancora più buono friggerle!). Infornarle a 240 gradi per 10 minuti. Estrarle dal forno e lasciarle intiepidire. Nel frattempo tagliare la scamorza a fette. Coprire il fondo di una tortiera con un mestolo di sugo di pomodoro. Adagiarvi la metà delle fette di melanzana. Mettere su ognuna una fetta di scamorza e una di prosciutto cotto. Chiudere con le melanzane rimaste. Versarvi il sugo rimasto, spolverare con il parmigiano grattugiato e infornare a 230 gradi per 15 minuti.

FiLeTTi Di SoGLioLa CoN ZuCCHiNe

  • 4 filetti di sogliola surgelati
  • 1 zucchina
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • Sale
  • Olio evo
  • Pepe nero
  • Prezzemolo

Lasciare scongelare i filetti di sogliola. Asciugarli con carta assorbente. Disporli su una teglia rivestita con carta forno. Tagliare la zucchina a rondelle. Adagiarle molto vicine le une alle altre cu ogni filetto. Mescolare il pangrattato con sale, pepe nero e prezzemolo tritato al coltello. Distribuire il tutto su ciascun filetto. Completare con un filo d’olio evo e infornare a 190 gradi per 20 minuti.

 

SaLTiMBoCCa

  • 300 g di fesa di vitello
  • 150 g di prosciutto crudo a fette
  • Foglie di salvia q.b.
  • Sale
  • 1 pizzico di pepe nero
  • Olio evo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 cucchiai di vino bianco

Tagliare la carne a fettine piĂš piccole. Da una fetta di fesa se ne ricavano circa 5 o 6. Mettere su ognuna una mezza fetta di prosciutto crudo e una foglia di salvia, fissandole con uno stuzzicadenti. Distribuire tutta la carne in una padella e aggiungere sale, pepe nero, aglio olio e vino bianco. Lasciare cuocere a fuoco medio per circa 8\10 minuti.

ToRTiNo Di ZuCCHiNe DaL GuSTo aFFuMiCaTo

ho fatto questa ricetta per la prima volta ed ecco il risultato!! Non vi dico che squisitezza…mmh… facile da preparare e dal sapore deciso!!…

  • 1 kg di zucchine
  • 200 g di farina
  • 200 g di scamorza affumicata
  • 150 g di salame affumicato
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • 70 g di parmigiano grattugiato
  • Olio di semi di mais q.b.
  • Sale
  • 1 pizzico di pepe nero

Lavare le zucchine, togliere le estremità e tagliarle a fette di circa mezzo cm. Metterle in una ciotola con un po’ di sale e lasciarle riposare per circa 20 minuti. Infarinarle una a una e metterle su una teglia rivestita con carta forno con un filo d’olio. Infornare a 250 gradi per circa 15 minuti. Adagiarle su un vassoio con carta assorbente e farle intiepidire. Nel frattempo tagliare la scamorza affumicata e il salame a cubetti. A questo punto comporre la parmigiana. Mettere sul fondo della teglia un letto di zucchine, metà ripieno e qualche cucchiaio di formaggio. Ripetere questo procedimento per una seconda volta e coprire con un ultimo strato di zucchine. Completare con il formaggio rimasto il pangrattato e il pepe nero. Infornare a 200 gradi per 20 minuti.

STRaCCeTTi Di ViTeLLo CoN RuCoLa e SCaGLie Di GRaNa

  • 4 fette sottilissime di fesa di vitello a straccetti
  • 50 g di burro
  • 4 cucchiai di olio evo
  • Sale
  • Pepe nero
  • 5 cucchiai di vino bianco
  • 1 spicchio d’aglio
  • Rucola q.b.
  • Scaglie di grana q.b.

Fondere in una padella il burro e l’olio evo. Versarci la carne, lo spicchio d’aglio, il sale e il pepe nero. Far soffriggere per 2 minuti e sfumare col vino bianco. Continuare la cottura della carne per altri 5 minuti circa. Togliere l’aglio. Versarla in un piatto da portata con il suo condimento; completare con rucola e scaglie di grana nella quantità desiderata.

MeLaNZaNe aLLa CaLaBReSe

  • 9 melanzane nere piccole
  • 20 olive verdi
  • 18 filetti di acciuga sott’olio
  • 20 pomodorini pachino
  • Origano
  • 8 foglie di basilico
  • 1 peperone verde piccolo
  • Olio evo
  • Sale
  • 1 spicchio d’aglio

Tagliare le melanzane a metà, inciderle con dei tagli nella parte centrale e sbollentarle in abbondante acqua salata per circa 10 minuti. Scolarle e lasciarle raffreddare per almeno 3 ore. Mettere in una ciotola i pomodorini tagliati a pezzi, il basilico spezzettato, l’origano, le olive verdi tagliate a metà, il peperone tagliato a cubetti, i filetti di acciuga e l’aglio tagliato molto sottilmente. Condire con un po’ d’olio evo e riempire ogni mezza melanzana con tale composto, cercando di inserirlo nei tagli fatti in precedenza. Disporle in una pirofila da forno, condire con olio evo e infornare a 200 gradi per circa 20 minuti. Da servire tiepide.

SCaLoPPiNe CoN MeLaNZaNe E PRoVoLa aFFuMiCata

 

scaloppine con melanzane e provola affumicata dolcestefania (1)

  • 12 fette di girello di vitello o arista di maiale
  • 1 melanzana viola
  • 12 fette di provola affumicata
  • 1 spicchio d’aglio
  • 4 cucchiai di vino bianco
  • Olio evo
  • Sale
  • 1 ciuffo di prezzemolo

Lavare la melanzana e tagliarla a cubetti. Metterla in una padella con l’olio evo, il sale e lo spicchio d’aglio. Chiudere col coperchio e cuocere per 8 minuti, mescolando ogni tanto. Togliere l’aglio e metterle da parte. Nella stessa padella mettere le scaloppine, con qualche altro cucchiaio di olio evo, il sale e il vino bianco. Lasciarle rosolare da ambo i lati. A questo punto mettere in una pirofila da forno metà delle melanzane e adagiarvi sopra le fette carne. Mettere su ognuna di esse, la restante metà di melanzane e le fette di provola affumicata. Spolverare con il prezzemolo tritato e fare gratinare in forno a 240 gradi per 8 minuti circa, o almeno fin quando la provola sarà filante.

FeGaTo CoN Le CiPoLLe

  • 300 g di fegato di vitello
  • 2 o 3 cipolle bianche
  • Sale
  • Olio evo
  • 1 goccio di aceto bianco
  • 1 pizzico di pepe nero
  • 1 bicchiere e ½ d’acqua
  • 1 ciuffo di prezzemolo

Sbucciare le cipolle e tagliarle a pezzi. Metterle in una padella con dell’olio evo e farle soffriggere leggermente. Aggiungerci il bicchiere d’acqua, il goccio d’aceto, il pepe nero e farle cuocere. Quando l’acqua sarà quasi evaporata aggiungerci le fettine di fegato, l’altro ½ bicchiere d’acqua e il sale. Lasciare cuocere e a fine cottura spolverare con il prezzemolo tagliato al coltello.

BaCCaLĂ  CoN PaTaTe e oLiVe NeRe

  • 1 kg di baccalĂ  giĂ  spugnato
  • 200 g di pomodori pelato
  • 1 cipolla rossa
  • 2 patate
  • Olio evo
  • Origano secco
  • 2 foglie di basilico
  • Olive nere q.b.
  • ½ bicchiere d’acqua

Tagliare la cipolla e soffriggerla in olio evo. Sbucciare le patate, lavarle e tagliarle a spicchi. Aggiungerle al soffritto insieme ai pomodori pelato, al basilico, all’origano e a mezzo bicchiere d’acqua e lasciare evaporare. Dopodichè mettere i pezzi di baccalà spugnato, coprire con il coperchio e lasciare cuocere per 15 minuti circa. A fuoco spento aggiungere le olive nere e servire ben caldo.

MeLaNZaNe GoLoSe

Queste melenzane sono ottime con qualsiasi tipo di ripieno….sono molto gustose e soprattutto facilissime da preparare!!!!

  • 3 melanzane nere
  • 3 uova
  • 7 filetti di acciuga
  • 2 scatolette di tonno
  • Pasta di acciughe q.b.
  • 150 g di scamorza
  • 250 g di pangrattato
  • Olio di semi di girasole

Lavare le melanzane e affettarle in 14 grosse fette; tagliare ogni fetta a portafoglio, in modo da creare una tasca. Su metà di queste, spalmare della pasta di acciughe e inserire un filetto di acciuga e una fettina di scamorza. Nelle rimanenti sette fette inserire del tonno sgocciolato e fettine di scamorza. A questo punto sbattere tre uova (io non ho messo sale perché il ripieno è già ben saporito). Passare le fette di melanzana nell’uovo e nel pangrattato. Adagiarle su una teglia rivestita con carta forno e cospargerle con un filo d’olio. Infornare a 220 gradi per 20 minuti o comunque finchè saranno dorate.

 

CoToLeTTe Di aLiCi

  • 1 kg di alici fresche
  • 200 g di pangrattato
  • 3 cucchiai di grana grattugiato
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale
  • Prezzemolo
  • Olio di semi
  • 1 spicchio d’aglio

Pulire le alici togliendo la lisca centrale e la testa. Lavarle per bene e lasciarle scolare in uno scolapasta. Intanto sbattere 2 uova con un pizzico di sale. Mescolare il pangrattato con il formaggio grana grattugiato, il prezzemolo tritato al coltello e lo spicchio d’aglio affettato sottilmente. Prendere le alici e aprirle a libro. Passarle prima nell’uovo e poi nel pangrattato aromatizzato. Disporle su una teglia rivestita con carta forno e metterci un filo di olio di semi. Infornare a 200 gradi per 20 minuti. Asciugarle con carte assorbente e servire ben calde.

SeGuiMi Su iNSTaGRaM

Non sono state trovate immagini Instagram.

LE RECENSIONI DI ROMINA

LEGGERE FA BENE ALL'ANIMA

Noi Facciamo Tutto In Casa

Ricette di casa nostra, tradizionali e innovative

semplicemente homemade

Your Home Decor Gifts

capelli che passione

La bellezza è come una ricca gemma, per la quale la migliore montatura è la piÚ semplice. Francesco Bacone

Giusy in cucina

Tante Ricette - tanto buon cibo - tante curiositĂ  e informazioni

sweetalisea

•AMARE VUOL DIRE CHE CI ANDAVA PIU' ZUCCHERO•

Vivere in Forma

Per vivere una vita sana dobbiamo imparare ad amare noi stessi!

La Pentolina Rosa

Scatti in Cucina con Ricetta

le due cucine

I buoni sapori di una volta

NON METTERMI PRESSIONE

Cosmesi senza trucchi!

Il sabato mattina

...storia di un libro che verrĂ !

Chocolate Spoon

Bilingual blog: food recipes in English and Italian

La cucina delle meraviglie

Un blog, qualche idea, colori, sorrisi e cibo buono.